Gourmet on the road

Cos’è lo Street Food?

Un mestiere antico, quello di “fare da mangiare”,
trova un nuovo futuro
e conquista le strade della nostra penisola.

Lo Street Food non è solo un fenomeno di moda, è un nuovo modo di vivere il rapporto millenario di una cultura con il proprio cibo, con le proprie radici, reinventandolo tutti i giorni in forma innovativa, sorprendente, pratica e soprattutto gustosa.

Il trend è innegabile, oramai lo Street Food ha acquisito i suoi quartieri di nobiltà anche grazie alla globalizzazione, alla mediatizzazione del cibo e dei cuochi a livello planetario.
Giornali e riviste, trasmissioni televisive, guru della gastronomia hanno consacrato il cibo “on the road” a nuova icona del terzo millennio.

OGGI LO STREET FOOD E’ GLAM, E’ GOURMET, E’ TRENDY,
LO SI SBANDIERA, SE NE PARLA.

cibo da stradastreet food

CARROZZIERI, MA INSIEME ANCHE MECCANICI E ALLESTITORI,
SONO I NUOVI SARTI DEL MONDO FOOD “ON THE ROAD”.

Non a caso Trip Advisor, che da tempo ha soppiantato le polverose guide tradizionali riuscendo ad intercettare le nuove tendenze ed i nuovi gusti, ha inserito food truck tematici di successo tra i primi ristoranti di una metropoli come Milano. E’ un segno dei tempi, una volontà di cambiare la propria ritualità quotidiana, troppo lenta e stretta, per adeguarsi all’evolversi della società, che va sì di fretta, ma non transige più sulla qualità e sull’immagine.

Parlando di immagine, questa è di primaria importanza nell’ambito Street Food, come dire che l’occhio vuole la sua parte. Un vecchio concetto rivisto in chiave moderna. Ed ecco che il Food Truck, il mezzo attrezzato, diventa anche “veicolo” d’immagine, con le iconiche “apine” a sfrecciare per la capitale mondiale della moda nei loro vestiti nuovi cuciti su misura da autentici artisti. Certo, oltre all’immagine, alla base deve esserci un concept di assoluta solidità. Parola d’ordine: freschezza e qualità della materia prima.

ape piaggio in officina durante l'allestimento
 
dettaglio lavagna menu Ape Street Food
dettaglio grafica personalizzabile sull'Ape
 

IL SOGNO E’ APERTO A TUTTI, PERCHE’ L’INVESTIMENTO INIZIALE E’ MODESTO

Lo street food rappresenta quindi una grande opportunità per chi ha creatività e voglia di fare, e non ha paura di mettersi in gioco.
Il sogno è aperto a tutti, perché l’investimento iniziale è modesto rispetto ai fondi necessari ad aprire un ristorante “tradizionale” tra quattro mura, e perché conta soprattutto quanto sei bravo, quanto è buono il tuo cibo e quanto sei capace di comunicarlo.

StreetFoody mette il cibo in strada allestendo veicoli speciali su misura, grazie all’esperienza ultracinquantennale della famiglia Resti, e ti può affiancare in ogni fase della realizzazione del tuo sogno, dal disbrigo delle pratiche amministrative allo studio dell’allestimento e della meccanica, fino all’attrezzatura completa e alla grafica.

Le possibilità sono praticamente infinite, dal panino d’autore al cibo etnico, al recupero della tradizione in formato “da passeggio”.
Tutti hanno almeno due punti in comune: la qualità del cibo, e un concept che intercetta le nuove tendenze del mercato. Vale quindi la pena, nella preparazione del business plan, spendere un po’ di tempo in giro per la città a curiosare intorno ai locali di tendenza, per capire come stanno cambiando i gusti, cosa piace, cosa funziona, e come proporlo in chiave street in modo accattivante e creativo.

Allestimento Ape Hamburgeria
 
Allestimento Ape Hamburgeria

Photo: Courtesy Eatinero - Festival del cibo itinerante

Allestimento Ape Hamburgeria Vegana
 

IL FOOD TRUCK DIVENTA PALCOSCENICO, VA IN SCENA IL GUSTO!

Se i grandi chef sono usciti dai loro templi per aprire bistrot e trattorie, non passerà molto tempo prima di vedere in strada qualche Food Truck stellato.
Ma la strada, si sa, è democratica e la stessa opportunità la offre a chiunque abbia voglia di mettersi in gioco e di inventarsi, giorno per giorno, il proprio successo.
Già, il successo.
Da un lato quello economico, con una resa adeguata rispetto all’investimento e al proprio lavoro. Dall’altro quello “di pubblico”, con un’affluenza quotidiana e costante.
A promuoverli entrambi, oltre al passaparola, anche e soprattutto i social media, per i quali occorrerà sviluppare una strategia.
Raccontarsi attraverso uno storytelling fresco e magnetico, per catturare l’attenzione, farsi notare, attirare i clienti.
Il concetto è antico, i meccanismi oggi sono social.

Il Food Truck protagonista delle proprie avventure, eroe itinerante dello spuntino, è atteso in ogni piazza come un rocker in tour, preceduto dalla sua fama e dalla...fame degli avventori.
Questo il nuovo sogno, bello e possibile, della prossima generazione di maestri del cibo, on the road!

STAMPA